joomla

Rendiamo indimenticabile il vostro soggiorno in Maremma

Itinerari Cultura & Sapori della Tuscia

Search our Site

2 notti / 3 giorni VIAGGIO CULTURALE + ESPERIENZE ENOGASTRONOMICHE

PERIODO: OTTOBRE - DICEMBRE

1° GIORNO: SOSTA DA CONCORDARE – MONTALTO DI CASTRO
Partenza la mattina dal luogo di provenienza e sosta lungo la strada per il pranzo in ristorante e visita da concordare:
POSSIBILI VISITE DIPENDENTI DALLA PROVENIENZA
SIENA: Arrivo in tarda mattinata Siena, incontro con la guida pranzo in ristorante con menù a tre portate incluso bevande e inizio del Tour guidato. Situata nel cuore della Toscana e circondata da colline, è una delle città medievali più belle d' Italia. Fulcro della città è la famosa Piazza del Campo, dalla particolare forma a conchiglia, nella quale si tiene il celebre Palio, uno degli appuntamenti più importanti per tutti i senesi. Siena secondo la leggenda fu fondata da Senio, figlio di Remo, ed in città si trovano diverse statue raffiguranti i mitici Romolo e Remo allattati dalla lupa. Piazza del Campo è il nucleo centrale di Siena fin dal tempo dei Romani, che qui avevano il loro Foro. La piazza fu ripavimentata durante il Governo dei Nove, un gruppo semi-democratico al potere tra il 1287 ed il 1355, con una suddivisione in nove sezioni in memoria del Governo e simboleggia il mantello della Madonna che protegge la città. Il Campo è dominata dal rosso Palazzo Pubblico e dalla sua torre, chiamata Torre del Mangia. I

l Palazzo Pubblico, così come il Duomo di Siena, fu costruito durante il Governo dei Nove, che fu il periodo di massimo splendore economico e culturale di Siena. Il Palazzo ancora oggi ospita gli uffici del Comune, analogamente a Palazzo Vecchio a Firenze. Dal cortile interno al Palazzo si accede al Museo Civico ed alla Torre del Mangia, in cima alla quale, saliti i 500 gradini, si gode di una splendida vista sulla città.
MASSA MARITTIMA: Arrivo in tarda mattinata a Massa Marittima, incontro con la guida pranzo in ristorante con menù a tre portate incluso bevande e inizio del Tour guidato. Massa Marittima, città-simbolo del territorio delle Colline Metallifere, custodisce al suo interno una storia gloriosa ed affascinante che affonda le proprie radici nel duro lavoro minerario. L’affermazione come sede vescovile e, in seguito, la proclamazione a libero Comune regaleranno alla città un prestigio senza eguali offuscato solamente dall’occupazione di Siena nel XIV secolo. La grandezza e l’importanza storico/culturale della città sono testimoniate, tra le altre cose, dalla sorprendente quantità di opere d’arte conservate nella Cattedrale di San Cerbone e all’interno dell’interessante Museo di Arte Sacra che meritano indubbiamente almeno una visita.
ORVIETO: Arrivo in tarda mattinata Orvieto, incontro con la guida pranzo in ristorante con menù a tre portate incluso bevande e inizio del Tour guidato. Orvieto costruita su una rupe di tufo che si erge in mezzo ad un bellissimo scenario di campi e vigneti, nella pianeggiante vallata del fiume Paglia. La città, proprio per queste caratteristiche strutturali, è un esempio particolare di simbiosi e di integrazione fra la natura e l’opera dell’uomo. L’opera architettonica più importante per la città è il duomo, costruito tra il 1290 e il 1320 in stile Gotico romanico con la facciata in marmo e mosaici. E’, invece, del primo ventennio del Cinquecento, la struttura architettonica del Pozzo di San Patrizio di Antonio di Sangallo con la sua scalinata a doppia elica utilizzata per scendere nel pozzo.
VITERBO: Arrivo in tarda mattinata a Viterbo incontro con la guida pranzo in ristorante con menù a tre portate incluso bevande e inizio del Tour guidato. Il pomeriggio prosegue con la visita del l suggestivo quartiere Medioevale di San Pellegrino, Palazzo Papale che fu sede di numerosi conclavi, della chiesa di Santa Maria della Verità, con l’adiacente Museo Civico, del complesso di Santa Maria in Gradi e delle numerose fontane, tra cui sicuramente la più importante Fontana Grande sita nell’omonima Piazza.
BOMARZO: Arrivo in tarda mattinata a Bomarzo, incontro con la guida pranzo in ristorante con menù a tre portate incluso bevande e inizio del Tour guidato. Il Sacro Bosco conosciuto come il “parco dei mostri”. Un luogo veramente magico, spesso definito Parco dei Mostri. Venne progettato dal principe Vicino Orsini e dal grande architetto Pirro Ligorio nel 1552. lI parco, pur inserendosi a pieno titolo nell'erudita cultura architettonico-naturalista del secondo Cinquecento, costituisce un unicum. I raffinati giardini all'italiana sono realizzati su criteri di razionalità geometrica e prospettica. con ornamenti quali le ampie terrazze, le fontane con giochi d'acqua e le sculture manieriste. Al contrario, il colto principe di Bomarzo si dedicò alla realizzazione di un eccentrico "boschetto" facendo scolpire nei massi di peperino, affioranti dal terreno, enigmatiche figure di mostri, draghi, soggetti mitologici e animali esotici, che altenò a una casetta pendente, un tempietto funerario, fontane, sedili e obelischi su cui fece incidere motti e iscrizioni. Il Sacro Bosco, non rispettando le consuetudini cinquecentesche, si presenta come una soluzione irregolare; i diversi elementi sono tra loro svincolati da qualsiasi rapporto prospettico e non sono accomunati da coerenza di proporzioni. ll tutto è inventato con criteri iconologici che sfuggono anche ai più appassionati studiosi, autentico labirinto di simboli che avvolge chi si addentra fisicamente o intellettualmente. Questi i motivi che hanno ispirato molti artisti del tempo, come Annibal Caro, Bitussi e il Cardinal Madruzzo. ln seguito alla morte di Vicino Orsini, nessuno si curò più di questo luogo che dopo secoli di abbandono è stato rivalutato da intellettuali e artisti come Claude Lorrain, Johann Wolfgang von Goethe, Salvador Dali, Mario Praz e Maurizio Calvesi.
CIVITA DI BAGNOREGIO: Arrivo in tarda mattinata a Civita di Bagnoregio, incontro con la guida pranzo in ristorante con menù a tre portate incluso bevande e inizio del Tour guidato. Civita è situata in posizione isolata, è raggiungibile solo attraverso un ponte pedonale in cemento armato costruito nel 1965. La causa del suo isolamento è la progressiva erosione della collina e della vallata circostante, che ha dato vita alle tipiche forme dei calanchi e che continua ancora oggi, rischiando di far scomparire la frazione, per questo chiamata anche "la città che muore". La struttura urbanistica dell'intero abitato è di origine etrusca, costituita da cardi e decumani secondo l'uso etrusco e poi romano, mentre l'intero rivestimento architettonico risulta medioevale e rinascimentale.
CERVETERI: Arrivo in tarda mattinata a Cerveteri incontro con la guida pranzo in ristorante con menù a tre portate incluso bevande e inizio del Tour guidato. per visitare l'incantevole Necropoli Etrusca della Banditaccia, dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, è la più vasta del mondo antico, giunta fino a noi è un importante esempio di architettura funeraria ed è immersa in un parco suggestivo di alta valenza paesaggistica. I suoi visitatori hanno l'impressione di trovarsi all'interno di una città reale con isolati, vie principali e secondarie, dove si affacciano le tombe che riproducono, scolpite nella roccia tufacea le antiche abitazioni e perfino i loro arredi. Una vera e propria città dei morti dove l'evoluzione delle tipologie tombali dalle più antiche sepolture a incinerazione del periodo «villanoviano», ai tumuli circolari, alle tombe a dado, agli ipogei, riflette l'assetto urbanistico degli abitati dal VII al II sec. a.C.
In serata arrivo in Hotel, sistemazione nelle camere riservate, aperitivo di benvenuto, cena e pernottamento.

2° GIORNO: RACCOLTA OLIVE – FRANTOIO
Colazione in Hotel e trasferimento in direzione Canino presso il terreno dove ci aspetterà il responsabile del Frantoio. Dopo una breve presentazione e spiegazione sullo svolgimento della giornata si procederà, mediante cannucce in bambù, alla raccolta delle olive. Trasferimento al Frantoio Arturo Archibusacci per l’aperipranzo con prodotti tipici e bruschette con olio di oliva. Nel pomeriggio visita guidata del frantoio in piena attività così da poter assistere all’intera procedura di Frangitura. In serata rientro in Hotel, cena e pernottamento. Dopo cena serata danzante.

3° GIORNO: VISITA MEZZA GIORNATA A SCELTA – Fine dei nostri servizi
Colazione in Hotel e trasferimento per la visita a scelta tra:
PITIGLIANO: Trasferimento a Pitigliano e incontro con la guida. Dopo innumerevoli curve, appoggiato su uno sperone di tufo appare Pitigliano: splendido borgo le cui case si confondono con la roccia sottostante e viceversa. Questa cittadina è uguale da secoli: un dedalo di vicoli che si susseguono, vicoli certe volte talmente stretti che una persona fa fatica a passarci. Qui ogni epoca ha lasciato un segno: etrusca, romana e medievale. Qui ogni popolo ha scavato il tufo creando una città sotto la città: cunicoli, pozzi, tombe, cantine, colombari. Lungo le vie Cave potrete infatti ammirare le necropoli etrusche testimonianze delle antiche civiltà che hanno abitato queste zone.
CAPRAROLA – PALAZZO FARNESE: Trasferimento a Caprarola ed incontro con la guida per la visita guidata a Palazzo Fanese, considerata la più grande opera del Tardo Rinascimento Italiano mai realizzata, a cui lavorarono i più insigni maestri italiani della metà del 500. Visita al magnifico Parco con giardini all’italiana, fontane e giochi d’acqua.
VULCI: trasferimento a Vulci ed incontro con la guida ,breve spiegazione sulle bellezze del luogo. La mattina prosegue con la visita della Civita, una testimonianza storica della vita sul territorio abitato dagli Etruschi prima e dai Romani poi.
TARQUINIA: incontro con la guida e visita della Necropoli Etrusca di Tarquinia Patrimonio Mondiale dell’umanità, si estende per circa 750 ettari ed è una delle più importanti tra quelle conosciute essendo ricca di tombe a camera con decorazioni pittoriche. A seguire visita del Centro Storico di Tarquinia con le sue caratteristiche vie impreziosite da piazze e torri che si elevano al cielo, palazzi ed importanti chiese romaniche. Possibilità di visita del famoso Museo Nazionale Etrusco.
GIARDINO DEI TAROCCHI: incontro con la guida vista del Giardino dei Tarocchi che è un parco animato da sculture nel cuore della Maremma: questo esoterico giardino è composto da gigantesche sculture, alte circa 12/15 metri che raffigurano i ventidue Arcani Maggiori delle carte dei Tarocchi realizzate dall’artista francese Niki De Saint Phalle, autrice di numerose istallazioni composite e spesso monumentali tra cui la Fontana Stravinsky (1983) dinnanzi al Centre Pompidou a Parigi, insieme a Jean Tinguely, scultore di congegni ferrosi, i mechaniques, combinazioni di rifiuti della società industriale messi in moto da marchingegni. Fonte di ispirazione è stato sicuramente il meraviglioso parco Guell dell'architetto Gaudì a Barcellona, non solo per l'uso dei materiali ma anche per la forte carica simbolica racchiusa in tutto l'intervento. La visita si trasforma in un’immersione inevitabile nel mondo immaginifico dell’autrice, un vero e proprio luogo cosmico.
TUSCANIA: Incontro con la guida e inizio della visita dell’affascinante borgo sino ad arrivare alle stupende chiese Romaniche di San Pietro e Santa Maggiore.
Rientro in hotel per il pranzo e a seguire inizio del viaggio di rientro.

logo
Via Scirocco, 15
Montalto di Castro, VT 01014

Check-In : dalle 13 a.m.
Check-Out: entro 10 a.m.
Tel. +39.0766.802867
Mobile +39.366.9934582
itarzh-TWenfrdeptrues

Room Booking

Thanks for staying with us! Please fill out the form below and our staff will be in contact with your shortly.