joomla

Rendiamo indimenticabile il vostro soggiorno in Maremma

Alternanza Scuola-Lavoro

Search our Site

5 notti / 6 giorni

Obiettivi generali
L'obiettivo specifico dell'azione ASL riguarda il miglioramento dei livelli di conoscenza e competenza dei giovani attraverso un'attività di formazione integrata con interventi formativi con esperti dei settori di competenze specifici in istituto e azioni sul campo (stage).
Il fine è quello di rafforzare l'apprendimento delle competenze chiave con particolare attenzione allo sviluppo del senso di iniziativa e imprenditorialità, tramite azioni che prevedano la progettazione di interventi, la capacità di lavorare in team, lo sviluppo di attitudini utili alla comunicazione e di competenze di cittadinanza.
Il senso di iniziativa e l'imprenditorialità concernono la capacità di una persona di tradurre le idee in azione. In ciò rientrano la creatività, l'innovazione e l'assunzione di rischi, come anche la capacità di pianificare e di gestire progetti per raggiungere obiettivi per un proprio percorso di studio o di lavoro.
È una competenza che aiuta gli individui, non solo nella loro vita quotidiana, nella sfera domestica e nella società, ma anche nel posto di lavoro, ad avere consapevolezza del contesto in cui operano e a poter cogliere le opportunità che si offrono ed è un punto di partenza per le abilità e le conoscenze più specifiche di cui hanno bisogno coloro che avviano o contribuiscono ad un'attività sociale o commerciale.
L'esperienza dello stage contribuirà a superare il mismatch fra formazione scolastica e richiesta di competenze e abilità proveniente dal mondo del lavoro e promuoverà la capacità di progettualità dei giovani sul proprio futuro e di pianificazione e di gestione di interventi mirati al raggiungimento di obiettivi specifici: la motivazione all'impegno allo studio ulteriore oppure la capacità di orientarsi e attivarsi per un inserimento lavorativo adeguato alle proprie competenze e inclinazioni.
Il percorso che si propone è progettato in modo da amplificare l'azione della scuola, garantendo per gli allievi lo sviluppo di una solida formazione iniziale che possa compensare svantaggi culturali, economici e sociali di contesto e possa costituire il volano per la loro crescita come individui e come cittadini. Attraverso l'intervento in oggetto saranno promosse le abilità trasversali, tra cui quelle digitali e linguistiche, necessarie affinché i giovani possano costruire nuovi percorsi di vita e lavoro, anche auto-imprenditivi, fondati su uno spirito pro-attivo, flessibile ai cambiamenti del mercato del lavoro, cui sempre più inevitabilmente dovranno far fronte nell'arco della loro carriera.

Obiettivi e attività di stage:
Lo stage proposto è un percorso di avvicinamento alle professioni di ambito turistico, educativo e divulgativo. Le competenze che si propone di sviluppare riguardano l'ambito storico-artistico e culturale, quello ambientale e scientifico, quello linguistico e imprenditoriale, favorendo un orientamento da parte dei partecipanti verso la scelta di una facoltà universitaria o verso corsi di qualifica professionale a valenza europea.
• Gli obiettivi specifici dello stage sono quelli di:
• apprendere metodi e strumenti per la valorizzazione e la gestione dell'ambiente naturale, del territorio e delle energie rinnovabili di cui sono espressione, sviluppando il senso di iniziativa e di imprenditorialità nonché la capacità di tradurre le idee in azione;
• sviluppare le capacità di pianificare e di gestire progetti legati all'ambito scientifico per raggiungere gli obiettivi con spirito di innovazione e competenza tecnica;
• assumere la consapevolezza del contesto in cui si opera per cogliere le opportunità derivanti dalla sinergia tra imprenditoria e valorizzazione dell'ambiente in senso olistico applicando abilità e conoscenze; sapere leggere le emergenze paesaggistiche di un territorio e le loro potenzialità in relazione alla strutturazione di proposte .....di sviluppo ecosostenibile;
• sfruttando l'estrema eterogeneità delle competenze in divenire di cui viene sollecitata l'acquisizione nell'ambito di questo progetto, ci si propone di fornire un valido aiuto nella focalizzazione delle proprie attitudini, al fine di meglio indirizzarsi verso una scelta consapevole del futuro percorso di studi o di lavoro che riguardano il comparto tecnico, scientifico, divulgativo

Fasi operative del progetto:
• Co-progettazione dei percorsi formativi
In risposta alle istanze espresse dai principi guida della pratica ASL, istituito il protocollo d'intesa tra le parti e individuati i tutor, interno ed esterno, incaricati della progettazione dell'intervento, si darà seguito agli incontri preliminari atti a strutturare un percorso che sarà articolato in considerazione degli elementi di seguito delineati:
• Interventi formativi in aula
La serie di interventi in aula sono articolati allo scopo di raggiungere diversi obiettivi:
• Favorire la presa di coscienza delle proprie caratteristiche e competenze in essere, utili al perseguimento di uno scopo individuale o collettivo (bilancio di competenze in entrata)
• Individuazione delle aree di competenza sulla base di attitudini dichiarate/dimostrate e collocazione dei singoli nello specifico ambito professionale che l'azione ASL in oggetto propone
• I tutor forniranno elementi utili all'acquisizione degli aspetti contenutistici necessari a dare struttura agli interventi professionali (know-how). Questi avranno un indirizzo specifico a seconda dell'area professionale o dell'area di interesse prescelta, e riguarderanno il comparto ambientale, scientifico, pedagogico, informatico, linguistico, tecnico. In questa fase saranno forniti gli strumenti necessari per operare approfondimenti e nuove ricerche in piena autonomia, garantendo la possibilità di auto rigenerare le proprie competenze in accordo con i cambiamenti del mercato del lavoro (auto-formazione professionale continua)
• Individuazione delle linee guida alla base della ricerca scientifica, correlazioni tra sviluppo economico e sviluppo ecosostenibile. In questa fase verranno stimolate le capacità dei singoli ad usare una mentalità ecologica nell'approcciarsi alla strutturazione di un percorso di ricerca dove l'obbiettivo finale è quello di usare in maniera consapevole le risorse energetiche e sensibilizzare l'individuo alla lettura del paesaggio come luogo di appartenenza e non di sfruttamento antropico indiscriminato. La stesura di un progetto articolato, che ponga l'accento sugli aspetti organizzativi è, in questa fase, il modo per far prendere coscienza ai partecipanti dell'importanza del lavoro in equipe: i gruppi di lavoro affronteranno le tematiche individuate durante la discussione guidata dagli esperti che indirizzeranno la giornata verso la focalizzazione delle linee guida oggetto del progetto. La scelta del tema e la valutazione di fattibilità del progetto di ricerca saranno vagliate dagli esperti sulla base di considerazioni di carattere logistico, qualitativo ed economico e sulla base dell'efficacia delle proposte in termini esperienziali. Il rispetto delle dinamiche ecosistemiche sarà l'ultimo tassello propedeutico all'esperienza diretta in campo per i destinatari. La metodologia didattica usata utilizza in modo naturale il problem solving, il cooperative learning ed il role playing.
Lavoro presso le strutture ospitanti
• Vero e proprio ambiente di apprendimento lavorativo saranno le strutture coinvolte nello sviluppo del progetto che ospiteranno le classi aderenti. Le visite guidate e i rudimenti di metodo scientifico fornito ai partecipanti sarà il primo step per arrivare all'applicazione di quanto strutturato nel pregresso incontro a scuola. I gruppi classe, inseriti nelle dinamiche di lavoro all'interno del parco Fotovoltaico CEN srl, una volta appresi i rudimenti alla base del funzionamento degli impianti fotovoltaici ed eolici, saranno indirizzati nella creazione di piccole opere di ingegneria ambientale che produrranno macchinari in movimento comandati dalla forza del vento e/o del sole. Il Parco Naturalistico Archeologico di Vulci fornirà il giusto ambiente per rinsaldare le nozioni acquisite in classe sull'analisi delle acque, del suolo e del bosco. I dati ottenuti verranno usati per strutturare al computer programmi in grado di prevenire l'insorgenza di focolai di incendio, valutare la qualità delle acque e del suolo. Usare microscopi, kit di analisi per rilevare l'inquinamento inorganico dell'acqua e del suolo, indicizzare i dati ottenuti rientreranno nell'ottica tipica dell'analisi di ricerca che mira allo studio puntuale del territorio sia in relazione all'acqua, al suolo e al loro utilizzo.
Scopo del progetto è inserire i partecipanti nelle dinamiche e nelle problematiche tipiche dei ricercatori e degli imprenditori in ambito ambientale. Cercare un equilibrio tra il “lasciare” e il “prendere” dalla natura è l'obbiettivo che ci si prefigge in ogni ricerca che ha come indice guida lo sviluppo ecosostenibile. In un simile contesto si applica con estrema pregnanza il concetto di learning by doing, enfatizzato dalla risposta immediata che il destinatario degli interventi professionali può fornire nella misura della soddisfazione dei suoi bisogni. Le strutture ospitanti possono essere costituite da una sede fisica o dalla serie di contesti nei quali si svolge un viaggio di istruzione. In entrambi i casi i partecipanti saranno chiamati a porre in atto le azioni progettate in aula verificandone solidità e attuabilità e saranno costantemente chiamati ad azioni di intermediazione tra necessità di diversa natura e di risoluzione di criticità non preventivabili in fase organizzativa. Questo aspetto sarà determinante nello stimolare in modo crescente il ricorso al lavoro cooperativo, nella ricerca rapida di soluzioni efficaci a problematiche tanto eterogenee quanto imprevedibili.

• Valutazione di competenze in uscita e valutazione finale dell'efficacia dell'azione ASL

 1° GIORNO:Orientamento - Pranzo e cena in Hotel
Presentazione dello stage ed inizio bilancio di competenze: Valutazione delle competenze in ingresso dei partecipanti allo stage e definizione degli obiettivi che lo stage stesso si prefigge di raggiungere in relazione alle nuove competenze da acquisire. Divisione in gruppi di lavoro e esplicitazione contenutistica e metodologica del metodo di ricerca scientifico che gli allievi saranno tenuti ad applicare.
In mattinata Arrivo e sistemazione in Hotel nelle camere riservate
ore 13.00 pausa pranzo in hotel
ore 14.30 inizio dei lavori
ore 19.30 termine attività

2° GIORNO: Le energie rinnovabili: dalla nascita di un interesse alla realizzazione dei parchi fotovoltaici - Pranzo e cena in Hotel
CEN srl opera nel campo delle energie rinnovabili e dell'efficientamento energetico mettendo a disposizione spazi e conoscenza per la divulgazione dei concetti smart legati alle energie rinnovabili con particolare attenzione al fotovoltaico.
Gli ospiti potranno compiere un viaggio nel mondo dell'energia pulita. L'approfondimento sul tema Energia dalla sua scoperta all'evoluzione della trasformazione ed utilizzo nei vari campi di applicazione stimolerà l'interesse dei giovani ospiti. La spiegazione del funzionamento degli impianti che alimentano la struttura diventeranno un valore aggiunto nell'offerta didattica. Un esempio di pratica ecosostenibile che avvicinerà i partecipanti al mondo del lavoro e della progettazione in campo economico, manageriale e di ricerca.
ore 9.00 colazione in hotel e partenza per il CEN dove seguirà visita guidata
ore 13.00 pranzo in hotel
ore 14.30 laboratori sull'energia rinnovabile
ore 18.00 fine attività e verifica competenze acquisite

3° GIORNO: La ricerca scientifica: punti di unione e di divisione con il rispetto della natura - Pranzo e cena in Hotel
Esercizio pratico di pianificazione di un intervento di ricerca e di sviluppo economico, analisi dei costi e ricavi di un'azione antropica sull'ambiente. Valutazione dei costi ambientali all'interno dell'indice economico e non come esternalità. Elementi di marketing applicato all'uso del suolo e delle risorse ambientali, bilancio di competenze reciproche nell'ambito del team di lavoro.
Programma:
Ore 9.00 incontro con l'esperto. Breve introduzione sui principi del marketing e delle loro applicazione all'uso delle risorse rinnovabili. Criticità di salvaguardia e di controllo della sicurezza degli impianti di sfruttamento di tali risorse. A seguire sulla base di parametri indicati dall'esperto i partecipanti in piccoli gruppi saranno chiamati ad elaborare dei progetti di sfruttamento, fruizione sostenibile e azioni conservative di un'area di interesse ambientale.
ore 13.00 pranzo in hotel
ore 15.00 meeting: i referenti di ogni progetto saranno chiamati a presentare il loro lavoro in maniera puntuale ed efficace.
ore 18.00 fine attività

4° GIORNO: Il Parco di Vulci -Pranzo e cena in Hotel
Una giornata dedicata alla conoscenza di un'area in cui natura, cultura, archeologia e allevamento trovano un unico scenario di svolgimento. Dopo una visita guidata dell'area i partecipanti saranno guidati nella realizzazione di un piano di sfruttamento dell'area che abbia come caratteristica fondamentale la fruibilità sostenibile dell'area. Un esercizio pratico di gestione di un Parco Naturalistico Archeologico metterà in gioco concetti di micro e macro economia, sviluppo, ricerca e impatto antropico dell'area. I partecipanti potranno confrontarsi con le fasi di elaborazione, spiegazione e svolgimento di un'attività di pianificazione all'interno di un Parco dove esigenze di salvaguardia, fruibilità, ricerca e uso del suolo trovano tutte un piano di sviluppo che necessariamente dovrà essere ecosostenibile.
Programma:
ore 9.00 introduzione in hotel dell'attività da svolgere nel Parco Naturalistico Archeologico di Vulci
ore 11.00 individuazioni degli obbiettivi di gestione e divisione dei gruppi di lavoro
ore 13.30 pranzo in hotel
ore 15.00 svolgimento della sessione di indagine e rilevamento dei dati ambientali all'interno del Parco
ore 18.00 fine attività e rientro
ore 18:30 verifica competenze acquisite

5° GIORNO: Montalto di Castro - Vulci - Montalto di Castro - Pranzo in ristorante e cena in Hotel
Analisi tecnica e rilievo di strutture e manufatti architettonici.
Il laboratorio sarà strutturato in modo da mettere in pratica le moderne tecniche di documentazione speditiva strumentale: all'applicazione delle tecniche fotogrammetriche sul campo (con l'impiego di apparecchiature elettroniche e digitali) farà seguito la parte di laboratorio allo scopo di giungere alla redazione di un prodotto grafico finito su supporto informatico. Tale approccio, oltre a fornire un quadro complessivo delle operazioni sul campo e le successive elaborazioni, garantisce una comprensione adeguata della potenzialità e dei campi di applicazione di questi sistemi di documentazione nell'ambito dello studio e dell'analisi di un monumento.
Programma:
Ore 07.30 Colazione in Hotel
Ore 08.00 Trasferimento presso il Parco archeologico-naturalistico di Vulci (VT) con introduzione teorica durante lo spostamento. Visita della città etrusco romana.
L'affascinante parco Naturalistico-Archeologico di Vulci è una testimonianza storica della vita sul territorio abitato dagli Etruschi. Immerse in paesaggi naturalistici ed inaspettati, ecco svelate le suggestive vestigia dell'antica città. Le sue mura di cinta, le strade basolate, gli edifici religiosi e privati, la magnifica sepoltura della tomba Francois testimoniano la potenza di una delle più importanti e popolose città dell'Etruria meridionale ai tempi della Roma dei primi sette re. Dopo una breve passeggiata all'interno del parco, per scoprire le bellezze archeologiche, assistiti dalle bravissime operatrici di Vulci, i ragazzi si potranno cimentare in laboratori didattici divertenti e affascinanti come il mestiere dell'archeologo, laboratori di ceramica, caccia al tesoro etrusco.
Ore 12.30 pausa pranzo in ristorante all'interno del parco
Ore 14.30 trasferimento in luogo nelle vicinanze del parco. Dopo una sosta iniziale per la spiegazione generale sull'organizzazione del lavoro non chè sulle problematiche relative alla sicurezza sul lavoro, si inizia il processo di acquisizione dei dati necessari per operare il foto raddrizzamento di una superficie attraverso l'uso del teodolite.
Ore 16.30 elaborazione informatica dei dati e prova di settorializzazione tramite l'utilizzo dei programmi
PHOTOMETRIC e AUTOCAD
Ore 18.00 termine attività e rientro a Montalto di Castro.
Ore 20.30 Cena in Hotel e a seguire pernottamento

6° GIORNO: Condivisione dei lavori svolti dai gruppi di lavoro e stesura del lavoro finale - Pranzo in Hotel
Finita la ricerca e rilevamento dati, questa fase sarà propedeutica alla stesura di un lavoro condiviso frutto della messa in comune dei lavori fatti dai singoli gruppi che forniranno un elaborato comprensivo di tutte le dinamiche incontrate durante il percorso formativo e che terrà conto delle molteplici esigenze dei vari reparti coinvolti nella parte di analisi: ambientale, economico, antropologico e scientifico.
Programma:
ore 9.00 introduzione in hotel delle linee guida dei progetti multifunzione, elaborazione delle linee guida delle competenze acquisite dai gruppi di lavoro, stesura di un documento unificato dei vari rilevamenti svolti nelle fasi precedenti.
ore 13.00 pranzo in hotel
ore 14.30 discussione guidata per la comprensione dell'utilità del lavoro cooperativo, individuazione delle forme giuste e consapevoli di sviluppo ecosostenibile, conclusione e attestazione di fine lavoro.
ore 17.30 fine delle attività e rientro

SERVIZI OFFERTI:
• 05 PERNOTTAMENTI CON TRATTAMENTO DI :
05 pensioni complete in Hotel (01 pranzo in ristorante)
01 pranzo in Hotel
MENU DIFFERENZIATO SISTEMAZIONE IN CAMERE SINGOLE PER DOCENTI
• ALTRI SERVIZI:
Campo scuola alternanza scuola lavoro comprensivo di ingressi, materiale tecnico e quanto espressamente scritto nel programma
Assitenza H24 con operatori qualificati.

RICHIEDICI UN PREVENTIVO DETTAGLIATO
pietro@hotelkeyclub.com - TEL: (+39).0766.802.867

 

5 notti / 6 giorni

Obiettivi generali
L'obiettivo specifico dell'azione ASL riguarda il miglioramento dei livelli di conoscenza e competenza dei giovani attraverso un'attività di formazione integrata con interventi formativi con esperti dei settori di competenze specifici in istituto e azioni sul campo (stage).
Il fine è quello di rafforzare l'apprendimento delle competenze chiave con particolare attenzione allo sviluppo del senso di iniziativa e imprenditorialità, tramite azioni che prevedano la progettazione di interventi, la capacità di lavorare in team, lo sviluppo di attitudini utili alla comunicazione e di competenze di cittadinanza.
Il senso di iniziativa e l'imprenditorialità concernono la capacità di una persona di tradurre le idee in azione. In ciò rientrano la creatività, l'innovazione e l'assunzione di rischi, come anche la capacità di pianificare e di gestire progetti per raggiungere obiettivi per un proprio percorso di studio o di lavoro.
È una competenza che aiuta gli individui, non solo nella loro vita quotidiana, nella sfera domestica e nella società, ma anche nel posto di lavoro, ad avere consapevolezza del contesto in cui operano e a poter cogliere le opportunità che si offrono ed è un punto di partenza per le abilità e le conoscenze più specifiche di cui hanno bisogno coloro che avviano o contribuiscono ad un'attività sociale o commerciale.
L'esperienza dello stage contribuirà a superare il mismatch fra formazione scolastica e richiesta di competenze e abilità proveniente dal mondo del lavoro e promuoverà la capacità di progettualità dei giovani sul proprio futuro e di pianificazione e di gestione di interventi mirati al raggiungimento di obiettivi specifici: la motivazione all'impegno allo studio ulteriore oppure la capacità di orientarsi e attivarsi per un inserimento lavorativo adeguato alle proprie competenze e inclinazioni.
Il percorso che si propone è progettato in modo da amplificare l'azione della scuola, garantendo per gli allievi lo sviluppo di una solida formazione iniziale che possa compensare svantaggi culturali, economici e sociali di contesto e possa costituire il volano per la loro crescita come individui e come cittadini. Attraverso l'intervento in oggetto saranno promosse le abilità trasversali, tra cui quelle digitali e linguistiche, necessarie affinché i giovani possano costruire nuovi percorsi di vita e lavoro, anche auto-imprenditivi, fondati su uno spirito pro-attivo, flessibile ai cambiamenti del mercato del lavoro, cui sempre più inevitabilmente dovranno far fronte nell'arco della loro carriera.

Obiettivi e attività di stage:
Lo stage proposto è un percorso di avvicinamento alle professioni di ambito turistico, educativo e divulgativo. Le competenze che si propone di sviluppare riguardano l'ambito storico-artistico e culturale, quello ambientale e scientifico, quello linguistico e imprenditoriale, favorendo un orientamento da parte dei partecipanti verso la scelta di una facoltà universitaria o verso corsi di qualifica professionale a valenza europea.
Gli obiettivi specifici dello stage sono quelli di:
• apprendere metodi e strumenti per la valorizzazione e la gestione dell'ambiente naturale, del territorio e delle energie rinnovabili di cui sono espressione, sviluppando il senso di iniziativa e di imprenditorialità nonché la capacità di tradurre le idee in azione;
• sviluppare le capacità di pianificare e di gestire progetti legati all'ambito scientifico per raggiungere gli obiettivi con spirito di innovazione e competenza tecnica;
• assumere la consapevolezza del contesto in cui si opera per cogliere le opportunità derivanti dalla sinergia tra imprenditoria e valorizzazione dell'ambiente in senso olistico applicando abilità e conoscenze; sapere leggere le emergenze paesaggistiche di un territorio e le loro potenzialità in relazione alla strutturazione di proposte di sviluppo ecosostenibile;
• sfruttando l'estrema eterogeneità delle competenze in divenire di cui viene sollecitata l'acquisizione nell'ambito di questo progetto, ci si propone di fornire un valido aiuto nella focalizzazione delle proprie attitudini, al fine di meglio indirizzarsi verso una scelta consapevole del futuro percorso di studi o di lavoro che riguardano il comparto tecnico, scientifico, divulgativo

Fasi operative del progetto:
• Co-progettazione dei percorsi formativi
In risposta alle istanze espresse dai principi guida della pratica ASL, istituito il protocollo d'intesa tra le parti e individuati i tutor, interno ed esterno, incaricati della progettazione dell'intervento, si darà seguito agli incontri preliminari atti a strutturare un percorso che sarà articolato in considerazione degli elementi di seguito delineati:
• Interventi formativi in aula
La serie di interventi in aula sono articolati allo scopo di raggiungere diversi obiettivi:
• Favorire la presa di coscienza delle proprie caratteristiche e competenze in essere, utili al perseguimento di uno scopo individuale o collettivo (bilancio di competenze in entrata)
• Individuazione delle aree di competenza sulla base di attitudini dichiarate/dimostrate e collocazione dei singoli nello specifico ambito professionale che l'azione ASL in oggetto propone
• I tutor forniranno elementi utili all'acquisizione degli aspetti contenutistici necessari a dare struttura agli interventi professionali (know-how). Questi avranno un indirizzo specifico a seconda dell'area professionale o dell'area di interesse prescelta, e riguarderanno il comparto ambientale, scientifico, pedagogico, informatico, linguistico, tecnico. In questa fase saranno forniti gli strumenti necessari per operare approfondimenti e nuove ricerche in piena autonomia, garantendo la possibilità di auto rigenerare le proprie competenze in accordo con i cambiamenti del mercato del lavoro (auto-formazione professionale continua)
• Individuazione delle linee guida alla base della ricerca scientifica, correlazioni tra sviluppo economico e sviluppo ecosostenibile. In questa fase verranno stimolate le capacità dei singoli ad usare una mentalità ecologica nell'approcciarsi alla strutturazione di un percorso di ricerca dove l'obbiettivo finale è quello di usare in maniera consapevole le risorse energetiche e sensibilizzare l'individuo alla lettura del paesaggio come luogo di appartenenza e non di sfruttamento antropico indiscriminato. La stesura di un progetto articolato, che ponga l'accento sugli aspetti organizzativi è, in questa fase, il modo per far prendere coscienza ai partecipanti dell'importanza del lavoro in equipe: i gruppi di lavoro affronteranno le tematiche individuate durante la discussione guidata dagli esperti che indirizzeranno la giornata verso la focalizzazione delle linee guida oggetto del progetto. La scelta del tema e la valutazione di fattibilità del progetto di ricerca saranno vagliate dagli esperti sulla base di considerazioni di carattere logistico, qualitativo ed economico e sulla base dell'efficacia delle proposte in termini esperienziali. Il rispetto delle dinamiche ecosistemiche sarà l'ultimo tassello propedeutico all'esperienza diretta in campo per i destinatari. La metodologia didattica usata utilizza in modo naturale il problem solving, il cooperative learning ed il role playing.
• Lavoro presso le strutture ospitanti
Vero e proprio ambiente di apprendimento lavorativo saranno le strutture coinvolte nello sviluppo del
progetto che ospiteranno le classi aderenti. Le visite guidate e i rudimenti di metodo scientifico fornito ai partecipanti sarà il primo step per arrivare all'applicazione di quanto strutturato nel pregresso incontro a scuola. I gruppi classe, inseriti nelle dinamiche di lavoro all'interno del parco Fotovoltaico CEN srl, una volta appresi i rudimenti alla base del funzionamento degli impianti fotovoltaici ed eolici, saranno indirizzati nella creazione di piccole opere di ingegneria ambientale che produrranno macchinari in movimento comandati dalla forza del vento e/o del sole.
Il Parco Naturalistico Archeologico di Vulci fornirà il giusto ambiente per rinsaldare le nozioni acquisite in classe sull'analisi delle acque, del suolo e del bosco. I dati ottenuti verranno usati per strutturare al computer programmi in grado di prevenire l'insorgenza di focolai di incendio, valutare la qualità delle acque e del suolo. Usare microscopi, kit di analisi per rilevare l'inquinamento inorganico dell'acqua e del suolo, indicizzare i dati ottenuti rientreranno nell'ottica tipica dell'analisi di ricerca che mira allo studio puntuale del territorio sia in relazione all'acqua, al suolo e al loro utilizzo.
Scopo del progetto è inserire i partecipanti nelle dinamiche e nelle problematiche tipiche dei ricercatori e degli imprenditori in ambito ambientale. Cercare un equilibrio tra il “lasciare” e il “prendere” dalla natura è l'obbiettivo che ci si prefigge in ogni ricerca che ha come indice guida lo sviluppo ecosostenibile. In un simile contesto si applica con estrema pregnanza il concetto di learning by doing, enfatizzato dalla risposta immediata che il destinatario degli interventi professionali può fornire nella misura della soddisfazione dei suoi bisogni. Le strutture ospitanti possono essere costituite da una sede fisica o dalla serie di contesti nei quali si svolge un viaggio di istruzione. In entrambi i casi i partecipanti saranno chiamati a porre in atto le azioni progettate in aula verificandone solidità e attuabilità e saranno costantemente chiamati ad azioni di intermediazione tra necessità di diversa natura e di risoluzione di criticità non preventivabili in fase organizzativa. Questo aspetto sarà determinante nello stimolare in modo crescente il ricorso al lavoro cooperativo, nella ricerca rapida di soluzioni efficaci a problematiche tanto eterogenee quanto imprevedibili.

• Valutazione di competenze in uscita e valutazione finale dell'efficacia dell'azione ASL

1° GIORNO: Orientamento - Pranzo e cena in Hotel
Programma:
Arrivo e sistemazione
ore 13.00 pausa pranzo
ore 14.30 Presentazione dello stage ed inizio bilancio di competenze: Valutazione delle competenze in ingresso dei partecipanti allo stage e definizione degli obiettivi che lo stage stesso si prefigge di raggiungere in relazione alle nuove competenze da acquisire
ore 19.30 termine attività

2° GIORNO: Monumenti naturali, la forma e l'immaginario: il Giardino dei Tarocchi - Pranzo in ristorante e cena in Hotel
La giornata si articola con la visita alla riserva naturale Duna Feniglia che vanta la presenza di piante inserite nell'elenco ufficiale degli alberi monumentali d'Europa, in uno dei tratti costieri naturalisticamente meglio conservati della regione, e la visita al Giardino dei Tarocchi. Tra il 1979 il 1996, l'artista francese Niki De Saint Phalle, autrice di numerose istallazioni composite e spesso monumentali tra cui la Fontana Stravinsky (1983) dinnanzi al Centre Pompidou a Parigi, ha realizzato nel cuore della Maremma insieme a Jean Tinguely, scultore di congegni ferrosi, i mechaniques, combinazioni di rifiuti della società industriale messi in moto da marchingegni, l'opera che può essere considerata la sintesi di tutto il suo percorso artistico, il Giardino dei tarocchi. Questo esoterico giardino è composto da gigantesche sculture, alte circa 12/15 metri che raffigurano i ventidue Arcani Maggiori delle carte dei Tarocchi. Fonte di ispirazione è stato sicuramente il meraviglioso parco Guell dell'architetto Gaudì a Barcellona, non solo per l'uso dei materiali ma anche per la forte carica simbolica racchiusa in tutto l'intervento. La visita si trasforma in un'immersione inevitabile nel mondo immaginifico dell'autrice, un vero e proprio luogo cosmico.
Programma:
Ore 9.00 colazione in hotel e partenza per la riserva naturale Duna Feniglia
ore 13.00 pranzo in ristorante
ore 14.30 trasferimento al il Giardino dei Tarocchi (Capalbio-GR) e visita
ore 18.00 fine attività e rientro
ore 18:30 verifica delle competenze acquisite

3° GIORNO: Progettare nel Turismo - Pranzo e cena in Hotel
Esercizio pratico di pianificazione di un evento, un intervento o un'azione complessa nell'ambito della valorizzazione di un territorio e dei Beni Culturali che lo caratterizzano. Elementi di marketing applicato ai Beni Culturali e di bilancio di competenze reciproche nell'ambito del team di lavoro.
Programma:
Ore 9.00 incontro con l'esperto. Breve introduzione sui principi del marketing e delle loro applicazione ai beni culturali. A seguire sulla base di parametri indicati dall'esperto i partecipanti in piccoli gruppi saranno chiamati ad elaborare dei progetti di promozione, fruizione sostenibile e azioni conservative di un'area di interesse culturale.
Ore 13.00 pranzo in hotel
ore 15.00 meeting: i referenti di ogni progetto saranno chiamati a presentare il loro lavoro in maniera puntuale ed efficace.
ore 18.00 fine attività

4° GIORNO: Prove di laboratorio - Pranzo e cena in Hotel
Una giornata dedicata ad un esercizio pratico di gestione di un laboratorio didattico in una classe di scuola primaria. I partecipanti potranno confrontarsi con le fasi di elaborazione, spiegazione e svolgimento di un'attività educativa all'interno di una classe della scuola primaria e secondaria di primo grado del comune di Montalto di Castro, con la supervisione di educatori esperti.
Programma:
ore 9.00 introduzione in hotel dell'attività da svolgere a scuola
ore 11.00 partenza per l'istituto comprensivo di Montalto di Castro
ore 13.30 pranzo in hotel
ore 15.00 svolgimento della seconda sessione di laboratori nell'istituto comprensivo
ore 17.00 fine attività e rientro

5° GIORNO: Montalto di Castro - Vulci - Montalto di Castro - Pranzo in ristorante e cena in Hotel
Analisi tecnica e rilievo di strutture e manufatti architettonici.
Il laboratorio sarà strutturato in modo da mettere in pratica le moderne tecniche di documentazione speditiva strumentale: all'applicazione delle tecniche fotogrammetriche sul campo (con l'impiego di apparecchiature elettroniche e digitali) farà seguito la parte di laboratorio allo scopo di giungere alla redazione di un prodotto grafico finito su supporto informatico. Tale approccio, oltre a fornire un quadro complessivo delle operazioni sul campo e le successive elaborazioni, garantisce una comprensione adeguata della potenzialità e dei campi di applicazione di questi sistemi di documentazione nell'ambito dello studio e dell'analisi di un monumento.
Programma:
Ore 07.30 Colazione in Hotel
Ore 08.00 Trasferimento presso il Parco archeologico-naturalistico di Vulci (VT) con introduzione teorica durante lo spostamento. Visita della città etrusco romana.
L'affascinante parco Naturalistico-Archeologico di Vulci è una testimonianza storica della vita sul territorio abitato dagli Etruschi. Immerse in paesaggi naturalistici ed inaspettati, ecco svelate le suggestive vestigia dell'antica città. Le sue mura di cinta, le strade basolate, gli edifici religiosi e privati, la magnifica sepoltura della tomba Francois testimoniano la potenza di una delle più importanti e popolose città dell'Etruria meridionale ai tempi della Roma dei primi sette re. Dopo una breve passeggiata all'interno del parco, per scoprire le bellezze archeologiche, assistiti dalle bravissime operatrici di Vulci, i ragazzi si potranno cimentare in laboratori didattici divertenti e affascinanti come il mestiere dell'archeologo, laboratori di ceramica, caccia al tesoro etrusco.
Ore 12.30 pausa pranzo in ristorante all'interno del parco
Ore 14.30 trasferimento in luogo nelle vicinanze del parco. Dopo una sosta iniziale per la spiegazione generale sull'organizzazione del lavoro non chè sulle problematiche relative alla sicurezza sul lavoro, si inizia il processo di acquisizione dei dati necessari per operare il foto raddrizzamento di una superficie attraverso l'uso del teodolite.
Ore 16.30 elaborazione informatica dei dati e prova di settorializzazione tramite l'utilizzo dei programmi
PHOTOMETRIC e AUTOCAD
Ore 18.00 termine attività e rientro a Montalto di Castro.
Ore 20.30 Cena in Hotel e a seguire pernottamento

6° GIORNO: Prova visita guidata - Pranzo in Hotel
Il parco Archeologico Naturalistico di Vulci offrirà il contesto ideale per fare una esercitazione pratica di conduzione di visita guidata. Ai partecipanti, divisi in gruppo, verrà assegnato lo studio di una sezione del parco e saranno chiamati a simulare a turno una visita guidata. La visita sarà l'occasione di affrontare nel momento in cui si presentano tutte le situazioni che si presentano nel corso di un servizio. A richiesta l'esercitazione può essere svolta nelle lingue inglese, francese o tedesco.
Programma:
ore 9.00 introduzione in hotel dell'attività da svolgere nel Parco con la scelta degli argomenti da trattare nel corso della visita e delle competenze e modalità di gestione di una visita guidata
ore 13.00 pranzo in hotel
ore 14.30 trasferimento al Parco di Vulci e inizio della visita guidata
ore 17.30 fine attività e rientro

SERVIZI OFFERTI:
• 05 PERNOTTAMENTI CON TRATTAMENTO DI :
05 pensioni complete in Hotel (di cui due pranzi in ristorante)
01 pranzo in Hotel
MENU DIFFERENZIATO SISTEMAZIONE IN CAMERE SINGOLE PER DOCENTI
• ALTRI SERVIZI:
Campo scuola alternanza scuola lavoro comprensivo di ingressi, materiale tecnico e quanto espressamente scritto nel programma
Assitenza H24 con operatori qualificati.

RICHIEDICI UN PREVENTIVO DETTAGLIATO:
pietro@hotelkeyclub.com - TEL: (+39). 0766.802.867

logo
Via Scirocco, 15
Montalto di Castro, VT 01014

Check-In : dalle 13 a.m.
Check-Out: entro 10 a.m.
Tel. +39.0766.802867
Mobile +39.366.9934582
itarzh-TWenfrdeptrues

Room Booking

Thanks for staying with us! Please fill out the form below and our staff will be in contact with your shortly.